Formula 1, Gran Premio del Brasile. l’analisi e voti!

verstappenSi conclude il Gran Premio del Brasile e come al solito un GP ricco di colpi scena dalla terza posizione in poi, i 2 mercedes come al solito hanno sfoderato una doppietta scontata ma questa è la formula 1 di oggi, chi sbaglia ha preparare la macchina non ha nessuna possibilità di recuperare e chi ha fatto un buon lavoro invece, chi è riuscito ad azzeccare tutto ed ha una macchina perfetta vince il mondiale per quattro anni di fila senza che nessuno possa disturbarli. Tutto questo studiato a tavolino per accontentare tutti, fare vincere una scuderia rispetto ad un altra e poi a seguire negli anni un altra ancora per compiere un giro totale e a poco a poco fare vincere tutti, è mai possibile?

Torniamo a noi, il GP del Brasile ha visto dare l’addio a l’ex Ferrarista Massa con un fuori di pista inaspettato, si è corso sotto un nubifragio e i fuori pista sono stati moltissimi compreso i nostri due piloti in rosso che come al solito non riescono a tenere la macchina sotto controllo come due novellini che corrono per la prima volta sotto la pioggia, che dire la solita storia, tante aspettative, tanto fumo e poco arrosto.

Raikonen come al solito dopo la safety car si fà sorpassare da chi è dietro e poi forse incolpevole perde a macchina in rettilinio finendo contro le barriere, voto 5.

Vettel dal quinto posto è poco attento, non riesce a compiere sorpassi degni nota, anche lui perde il controllo della sua Ferrari ma riesce a tenerla in pista perdendo però moltissime posizione, voto 5.

Verstappen, ottima qualifica, ottimo sorpasso sull’addormentato raikonen, la Red Bull gli sbaglia la strategia, da secondo posto riparte da ultimo, ma riesce a sorpassarli tutti giungendo fino al podio. L’unico che ha dato emozioni in pista. Voto 10

Un gran premio del Brasile non brillante, solo la pioggia e il pilota Verstapen la reso emozionante. Poi noia totale.

Il Natale 2017 si avvicina, ecco come risparmiare!

Money concept
Money concept

Ci siamo, siamo al 12 novembre ci imbattiamo in quello che sarà un Dicembre spettacolare, la festa natalizia, la padrona delle feste di un anno interno, la più bella e più spendacciona.

Chissà se quest’anno sarà un Natale più ricco o povero come lo scorso anno? le famiglie italiane hanno ridotto il Budget per quanto riguarda i regali ai familiari e ridotto sostanzialmente la spesa per la vigilia e poi il pranzo di Natale.

Si cerca di risparmiare anche a causa dell’enormi bollette che si presentano proprio in quel periodo in concomitanza con le feste più costose.

Intanto si avvicina il Back Friday, il 25 novembre on line su internet e anche alcune delle boutique più famose in italia faranno degli sconti pazzeschi il tutto soltanto per un giorno, e forse, bisognerebbe approfittarne di questa giornata di saldi per comperare in anticipo i regali di natale per risparmiare qualche soldo.

Bisogna farsi furbi, magari comprare al 70% per cento il 25 novembre conviene rispetto al comperare i regali di Natale a DIcembre quando i prezzi sono più alti.

Per consigliavi, ho notato lo scorso anno che su Internet potete trovare le offerte maggiori, Siti come Amazon, Zalando, Bon Prix, Zara offrono offerte maggiori e forse bisognerebbe approfittarne.

Sarà anche quest’anno un Natale povero, l’italiano medio cercherà di risparmiare per poter pagare le bollette di fine, si risparmierà sui familiari lasciando però invariato il budget er i bambini.

Il Natale si sa è dei bambini ed è per questo che non bisogna essere tirchi sui loro regali, renderli felici e la cosa più meravigliosa del mondo, ed in fondo qualche euro in meno non ci cambia la vita ma il sorriso di un bambino può rendere felici anche noi.

Su questo blog in concomitanza con l’arrivo del Natale, inserire offerte e couon provenienti da altri altri siti per aiutarvi a risparmiare.

The Walking Dead la settima stagione, muore Daryl?

daryl the walkinfd deadLa settima stagione di The Walking Dead è appena iniziata e la storia porta alla distruzione degli attori principali, quelli chi hanno fatto famosa la serie e che forse nella precedente l’hanno un po addormentata.

Grande rivoluzione quindi, nella prima puntata è morto uno dei grandissimi che ci ha accompagnato sin dall’inizio, il maestoso Glen ucciso da Negan nella prima puntata della settima stagione, un colpo di scena che ancora adesso mi fa venire i brividi.

Adesso siamo alla terza puntata intanto l’attenzione si sta spostando su Daryl e una sua morte ormai quasi certa a meno di colpi di scena, il poveretto sembra rassegnato.

Chiuso in cella da Negan non vuole rinunciare al suo orgoglio per diventare uno dei suoi tirapiedi, preferisce rimanere chiuso, in attesa della morte che sembra arriverà a breve.

The walking Dead è stata una della serie Horror più vista di tutti i tempi, i creatori hanno avuto un gran successo, il regista è bravissimo e gli attori notevoli sopratutto il bravissimo Rick interpretato da Andrew Lincoln forse uno degli attori più bravi di tutti i tempi.

Questa settima serie sembra molto avvincente e moltissimi attori nuovi con personaggi che cambieranno la storia si stanno intrufolando uno per uno, lo scopo e quello di farceli amare ed odiare per vedere se qualcuno di loro possa entrare nei nostri cuori come i predenti personaggi in moda da poter rinnovare il casting.

Ci vediamo il prossimo lunedì per la quarta puntata di The Walkind Dead la serie Zombie più bella di tutti i tempi.

Ci piacerebbe però un evoluzione della storia magari una possibilità di curare la malattia che trasforma gli essere umani in zombie, sarebbe un bel colpo di scena, portare avanti la storia e dare ai personaggi una possibilità di uscirne, e perché no, voi che ne pensate?

 

La formula 1 che sara, il 2017 forse è l’anno del cambiamento

ferrari formula 1La formula 1 è diventata noiosa. prevedibile, vincono sempre i soliti, prima che inizia un gran premio sai giù come va a finire. Quindi che senso ha guardarla in TV e annoiarsi per 60 giri dove non succede nulla e se capita che c’è qualche sorpasso, ci si mettono i giudici di gara ad annullare posizioni come è successo prima a Verstappen e poi a Vettel a favore di Ricciardo.

Si avvicina il Gran Premio del Brasile, scommetto che vincerà una Mercedes, e farà la Pole sempre una monoposto griffata Mercedes, avete visto? sono un indovino, e così e stato dal 2014.

Il prossimo anno cambiano per fortuna i regolamenti, tutto si rimescola, la differenza la farà l’ aerodinamica e non soltanto il motore per fortuna, perché ad oggi ha sempre vinto chi ha il motore con più cavalli ed in questo caso è la mercedes che ne sprigiona quasi 1000 soprattutto in qualifica dove in un campionato in cui non si può superare basta qualificarsi primo per vincere poi la gara, quindi tutto si giocava il sabato e non la domenica durante la corsa.

Il telaio conterà più del motore quindi e la red bull è maestra in questa in quanto sono capaci di inventare e creare cosa che non sà fare più la ferrari i quali ingegneri non rischiano nulla andando sul sicuro ma così si arriva terzi, quarti o quinti, non si vincono i mondiali.

Bisogna osare, creare e trovare soluzioni al limite del regolamento che ti permettono di guadagnare decimi che fanno la differenza.

Il 2017 forse sarà un anno in cui le monoposto di formula uno sono più vicino tra loro  magari si vedranno macchine diverse a ogni gara vincere una corsa, almeno lo speriamo, noi vogliamo questo.

Una formula 1 piena di sorpassi e colpi di scena in cui la politica rimane fuori e tutti i piloti possano giocarsi la possibilità di vincere un mondiale.